SUL PALCO PRETI CONTRO COMICI

Preti e seminaristi interrompono il monologo di "Don Iphone" durante lo spettacolo "Il Mercante di Monologhi"

 

COMUNICATO STAMPA

 

Il giorno 11/09/2015, alle ore 23.15 circa, durante il Festival “Bajocco” ad Albano Laziale (Rm), un gruppo di preti e seminaristi è intervenuto durante lo spettacolo “Il Mercante di Monologhi” dell’attore Matthias Martelli, in scena con il musicista Matteo Castellan, intimando ai due di interrompere immediatamente il monologo di “Don Iphone”, un pezzo comico-satirico sulla deificazione delle nuove tecnologie e dei social network, assolutamente non offensivo nei confronti della religione.
I religiosi hanno fatto irruzione sulla scena, intimando agli attori di sospendere la rappresentazione del monologo di “Don iPhone”, vincitore fra l’altro del Premio Nazionale di Comicità “Locomix”. L’episodio è stato ripreso con i telefonini dagli spettatori, che si sono apertamente schierati in modo unanime dalla parte degli artisti, invitandoli a continuare.

A seguito di questo evento la piazza, pubblica, adibita allo spettacolo anche il giorno successivo, è stata interdetta. Di chi le responsabilità? I giorni successivi abbiamo assistito ad un impressionante seguito di bugie, teso a nascondere le responsabilità dell'accaduto. Ancora più grave è stata la mancata presa di posizione da parte delle forze politiche di Albano Laziale. Nessuno ha condannato ufficialmente l'accaduto.

 

RITENIAMO TUTTO CIO' UNA GRAVE INGERENZA NELLA NOSTRA ATTIVITA' DI ARTISTI, OLTRE UNA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLA LIBERTA' DI ESPRESSIONE E DI PENSIERO.

 

Matthias Martelli e Matteo Castellan

Da "Micromega":

Così muore la Satira

Matthias Martelli e Matteo Castellan vincono

LOCOMIX 2015

Don Iphon e Suor Wirelss conquistano il pubblico del Teatro Titano di San Marino e vincono la quindicesima edizione di LOCOMIX. Per Martelli è il terzo importante premio dopo il "Premio Alberto Sordi 2014" e il "Premio Uanmensciò FNAS 2014".

ANCHE IL RE CADE

 

Matthias Martelli e Anna Saragaglia sono i nuovi presentatori del "Varietà della Caduta" del 2015

Da "La Stampa"

Cade il povero, cade il giullare, cade il buffone e il generale. E anche il RE cade.

Martedì 27 gennaio prende il via il nuovo varietà del Teatro della Caduta, giunto all’undicesima edizione. Quest'anno lo spettacolo è stato affidato a due giovani artisti Matthias Martelli, attore e Anna Saragaglia, attrice e ballerina. Con loro anche Alessandro Mosca e Giorgio Volpi, rispettivamente al pianoforte e clarinetto.

Tutti i martedì assisteremo alle peripezie di un Re (Matthias Martelli) folle e bisbetico ma, allo stesso tempo, pieno di paure e incapace di rischiare, e del suo giustiziere, la Morte (Anna Saragaglia). Un varietà grottesco, in cui ben presto ci si accorge che sul palco potrebbe accadere di tutto.
Fra musica, ritmi sfrenati, poesia e assurdità, vanno in scena gli ultimi goffi istanti della vita del Re.
Un Re dai tratti attuali, moderni, che parla con la Morte, un Re che si innamora della sua carnefice e finisce a sproloquiare negli inferi. E intanto sul palco gente che cade. E questa serie di ruzzoloni travolgeranno anche il Re che si crede immortale, e alla fine a cadere sarà anche la Morte.

Insieme a loro anche al pubblico, forse, verrà voglia di buttarsi.